Premium Sport

Atletica, 100 metri: Tortu vola in 10"03, a 2 centesimi da Mennea

Lo sprinter si migliora in batteria nel meeting di Savona, poi abbassa ancora il tempo in finale: il record italiano è vicino

  • TTT
  • Condividi

Adesso resta soltanto Pietro Mennea davanti a lui. Filippo Tortu è l'uomo più veloce d'Italia, oggi e, probabilmente tra non molto, di tutti i tempi: al Meeting internazionale di atletica a Savona, lo sprinter lombardo, campione europeo under 20 dei 100 metri, in batteria ha corso 10"09 battendo il suo record personale e stabilendo il quarto crono italiano di sempre, poi si è ulteriormente migliorato in finale chiudendo in 10"03, a soli due centesimi dal primato italiano di 10"01 che Mennea stabilì a Città del Messico nel 1979.

Il quasi ventenne lombardo delle Fiamme Gialle riduce così di 12 centesimi il personal best di 10"15 stabilito un anno fa, su questa stessa pista, e che gli era valso il primato nazionale junior. Prima di lui, nell'altra batteria, anche Marcell Jacobs, il lunghista diventato sprinter, aveva fatto sgranare gli occhi con un sensazionale 10"04, ma con vento troppo generoso alle sue spalle (+3.0).