Premium Sport

La Giorgi come Cecchinato. Nadal ai quarti dopo sette anni, Roger ok

Camila batte la Makarova e domani affronta Serena Williams, in palio c’è la storia

  • TTT
  • Condividi

Camila Giorgi a un passo dalla storia. Più che a un passo, forse, a un’impresa (l’ennesima) dalla storia. Dovrà compierla domani contro Serena Williams, in palio una semifinale che in 132 edizioni non è mai stata raggiunta da una tennista italiana.

Con la vittoria sulla russa Ekaterina Makarova (35 wta) per 6-3, 6-4, l’azzurra (52 wta) accede ai quarti di finale di Wimbledon. È la quinta donna italiana a riuscirci nella storia dello Slam, dopo Valerio (1933), Golarsa (1989), Farina (2003) e Schiavone (2009). Si tratta, inoltre, del miglior risultato centrato dalla 26enne di Macerata in un Grande Slam. Frutto di una partita solida e ordinata, specialmente al servizio.

La Giorgi torna nella top 40, scalando ben 18 posizioni (da 52 a 34 nel ranking). Ai quarti troverà, come detto, la Williams (al Centre Court), che a sua volta ha superato la russa Evgeniya Rodina con un doppio 6-2.

Tra gli uomini brilla Rafa Nadal, che batte 6-3, 6-3, 6-4 il ceco Vesely (a sua volta carnefice del nostro Fabio Fognini) e torna ai quarti di finale di Wimbledon a sette anni dall’ultima volta. Avanza anche Roger Federer, ai quarti dopo la vittoria per 6-0, 7-5, 6-4 contro il francese Mannarino.