Premium Sport

Rugby, Sei Nazioni: Francia-Italia 34-17

Terza sconfitta in tre giornate per gli azzurri che rischiano il terzo cucchiaio di legno consecutivo

  • TTT
  • Condividi

Ora evitare il cucchiaio di legno, il terzo consecutivo, sarà sempre più difficile, se non impossibile. A Marsiglia l'Italia subisce la terza sconfitta in tre giornate del Sei Nazioni perdendo 34-17 contro la Francia, con un passivo meno pesante rispetto alle batoste contro Inghilterra e Irlanda, ma confermando in ogni caso i soliti limiti ormai evidenti da tre anni. Solo gli errori dei transalpini, precipitosi a pochi passi dalla linea di meta, ci hanno tenuto a galla nel primo tempo, prima di cedere nella ripresa.

L'andamento del match non è molto diverso da tante partite dell'Italia: finché regge la benzina, gli azzurri mostrano cuore almeno nel difendersi, e quando al 10' una meta di Mbanda viene annullata, ma poi trasformata in meta tecnica, c'è anche l'illusorio sorpasso. L'Italia resta in vantaggio fino al 29', quando Machenaud riporta avanti la Francia con un calcio di punizione ripetendosi al 40', poco prima dell'intervallo, chiuso sull'11-7.

L'Italia crolla definitivamente solo al 60', a metà secondo tempo, sulla meta di Bonneval: a quel punto i francesi prendono il largo e la meta finale di Minozzi rende solo leggermente meno amara la sconfitta, la 15esima consecutiva al Sei Nazioni: l'ultima vittoria risale al 28 febbraio 2015, a Murrayfield. In Galles e all'ultimo turno contro la Scozia, la squadra di O'Shea dovrà provare a interrompere l'emorragia. Ma la Francia di Brunel, ex c.t. dell'Italia e in crisi, sembrava l'unica alla nostra portata in questa stagione.