Premium Sport

Champions asiatica, Villas-Boas accusa: "Finti incidenti per innervosirci"

Lo Shanghai SIPG punta il dito contro il Guangzhou Evergrande di Scolari

  • TTT
  • Condividi

Lo Shanghai SIPG passa il turno di Champions Asiatica dopo un pirotecnico 5-4 ai rigori contro il Guangzhou Evergrande di Luiz Scolari ma il tecnico André Villas-Boas lancia pesanti accuse verso gli avversari. Dopo lo 0-4 dell'andata, lo Shanghai va sul 4-0, ai supplementari arriva anche il 5-0 di Hulk ma Goulart firma il 5-1 portando ai rigori (non contavano i gol segnati in trasferta) la sfida poi vinta dalla squadra di Villas-Boas.

In conferenza stampa, però, il tecnico portoghese attacca: "Il Gungazhou può fare tutto: Elkeson tira gomitate e non viene squalificato, il nostro portiere è stato ammonito durante i rigori e hanno pure causato incidenti davanti al nostro autobus per farci arrivare più tardi allo stadio e innervosirci". L'accusa è confermata anche dal dt dello Shanghai, Mads Davidsen, che su Twitter ha pubblicato la foto di un tamponamento e il commento: "Una strana serata per tanti motivi, compresi cinque "incidenti" che hanno ritardato l'arrivo del nostro autobus allo stadio".

Un'accusa simile era arrivata anche nel 2013 dagli australiani dei Western Sydney Wanderers: anche in quel caso era Champions asiatica, anche in quel caso i campioni cinesi furono eliminati.