Premium Sport

Chelsea, il nuovo stadio bloccato da una famiglia: "Ci porta via la luce"

Battaglia legale dei Crosthwaiter che abitano vicino all'impianto da 50 anni

  • TTT
  • Condividi

Ostacolo imprevisto nella realizzazione del nuovo Stamford Bridge. Roman Abramovich ha ottenuto il via libera dal sindaco di Londra ma non quello della famiglia Crosthwaiter che abita da 50 anni nei pressi dello stadio e ha fatto ricorso alla Corte Suprema contro l'ampliamento dell'impianto (60.000 spettatori). Il motivo è presto detto: "Toglierà per sempre la luce sulla nostra abitazione" hanno spiegato i Crosthwaiter alla Bbc

Le oltre 50.000 sterline offerte agli abitanti delle zone limitrofe in questo caso non sono bastati: la famiglia non è contraria alla ristrutturazione di Stamford Bridge (secondo le previsioni l'inaugurazione è fissata per il 2021) ma chiede che venga rivisto il progetto rendendolo meno "invasivo" anche perché la mancanza di luce farebbe crollare il valore immobiliare dell'abitazione. Lunedì il Consiglio Municipale dovrebbe esprimersi in merito ma per il momento la soluzione sembra ancora lontana.