Premium Sport

Coppa Italia, Fiorentina-Chievo 1-0: Bernardeschi decide su rigore al 93'

I viola soffrono, ma passano ai quarti dove troveranno il Napoli. Espulsi Radovanovic e Zarate

  • TTT
  • Condividi

FIORENTINA-CHIEVO 1-0 (clicca qui per tabellino e cronaca)

Bernardeschi
, e chi sennò? Risolve sempre lui, in Coppa Italia come in tante gare di campionato. La Fiorentina batte 1-0 il Chievo e passa ai quarti di finale grazie a un rigore procurato e trasformato dal suo gioiello in pieno recupero: al prossimo turno Paulo Sousa troverà il Napoli e di certo servirà ben altra prestazione, perché i viola, contro i veneti in formazione largamente rimaneggiata, hanno sofferto oltre il previsto, persino nella lunga fase in 11 contro 10.

Il riposo forzato in campionato, con la neve che ha fatto slittare la sfida di Pescara all'1 febbraio, consente a Paulo Sousa di schierare almeno i due uomini migliori, Bernardeschi e un Kalinic forse al passo d'addio. La Juve che incombe, tuttavia, lo induce a far riposare comunque molti titolari, tra cui un Borja Valero non al meglio, mentre la difesa è sperimentale col mediano Sanchez a fare il centrale al posto di Rodriguez. Zarate viene preferito a Ilicic e il suo avvio è promettente con un'azione personale che lo porta vicino al gol, poi piano piano il suo desiderio di mettersi in mostra si trasforma prima in voglia di strafare, quindi in inutile foga, fino all'espulsione.

I viola hanno il torto non approfittare di un Chievo quasi completamente rivoluzionato e poi ridotto in dieci dal rosso a Radovanovic nel recupero. Anzi, in 11 contro 11, sono proprio i veneti a rendersi più pericolosi con Inglese e Floro Flores e la traversa di Bernardeschi su punizione un attimo prima dell'intervallo regala almeno un sussulto al pubblico infreddolito del Franchi. Nella ripresa la Fiorentina parte a razzo, con un altro legno (su tiro di Chiesa deviato) e un erroraccio di Kalinic. Ma il gol non arriva e i nervi saltano: in 11 contro 10 i viola riescono nell'impresa di farsi ammonire 4 giocatori in 13 minuti (Tomovic, Badelj, Vecino e Kalinic), poi addirittura di regalare la parità numerica agli avversari con l'entrataccia senza senso di Zarate ai danni di Bastien. Sousa si gioca le carte Ilicic e Borja Valero, trema quando Izco arriva a tu per tu con Tatarusanu ma decide di crossare, infine esulta al 93' con un rigore causato da un fallo di Gobbi su Bernardeschi e contestato dal Chievo. In vista della Juve evitare i supplementari è un aspetto importante quanto festeggiare la qualificazione.

BERNARDESCHI: "FUTURO? STO BENE ALLA FIORENTINA"

"Il mio futuro? Io penso al presente, alla Fiorentina, a questo campionato. Sto bene qui e sono concentrato solo sulla mia squadra". Così Federico Bernardeschi sul mercato che lo vede tra i giocatori più corteggiati. Il club viola però per il momento si tiene ben stretto il suo numero 10 decisivo anche oggi con il rigore conquistato e realizzato al 92' che ha regalato alla propria squadra il passaggio ai quarti di finale di Coppa Italia. Un obiettivo cui teneva tanto la Fiorentina. "Non è stato facile, meno male che ce l'abbiamo fatta" ha aggiunto il talento di Carrara.