Premium Sport

Lippi: "Avrei preferito che Buffon finisse la carriera alla Juve"

Dodici anni fa il trionfo Mondiale a Berlino: "Quel gruppo era talmente forte che..."

  • TTT
  • Condividi

''Francia e Inghilterra hanno lavorato davvero bene. Il ct inglese è stato capace di fondere quello che hanno portato i vari Mourinho e Guardiola. Sono diventati una squadra, ora sanno ripartire e dureranno nel tempo. Io però sono convinto che noi abbiamo degli ottimi giovani e un ct esperto''.

A 12 anni di distanza dalla conquista dei Mondiali a Berlino l'ex allenatore della Nazionale Marcello Lippi lancia l'Italia di Roberto Mancini: ''Sono fiducioso che questo gruppo e questo allenatore riusciranno a costruire una squadra altrettanto importante come la Francia e l'Inghilterra''.

Tornado al trionfo in Germania Lippi ha elogiato la forza di quella Nazionale: ''Dopo tutti i casini successi a maggio 2006 questo gruppo era talmente forte che riuscì a trasformare tutto in energia positiva. Sono tanti i flash che ricordo: la grinta di Gattuso, la capacità di trasmettere sicurezza di Pirlo, i leader come Buffon, Cannavaro e Peruzzi. Ogni volta che vedo le immagini mi ritorna tutto in mente di quasi 50 giorni passati insieme''.

Il ct della Cina si sofferma quindi sul trasferimento di Buffon al Psg: ''Io avrei preferito che avesse finito la sua carriera nella Juventus ma questo è un mio pensiero''. E l'addio alla Nazionale? ''Credo che con la Nazionale abbia finito, poi lui ha grande fedeltà e se ci fosse bisogno si metterà a disposizione''.

Sul probabile arrivo di Cristiano Ronaldo alla Juve: ''Nella squadra bianconera ci sono calciatori intelligenti e sanno benissimo che Ronaldo non può avere un ingaggio come gli altri. Il fatto economico diventa l'ultimo dei problemi. Giocherà altri tre quattro anni a grandi livelli, dobbiamo essere contenti. Se arriva ne porterà anche degli altri di campioni, pensiamo a essere contenti''.