Premium Sport

Premier League, lotta ai simulatori: scatta la squalifica

Dalla prossima stagione due giornate di stop a chi inganna l'arbitro

  • TTT
  • Condividi

Spesso si cita il calcio inglese come a un punto di riferimento a cui il movimento italiano deve ispirarsi ma, almeno in questo caso, è la serie A a dover insegnare qualcosa alla Premier League. Dalla prossima stagione, infatti, la Football Association ha deciso di introdurre la prova tv per chiunque tenti di ingannare l'arbitro simulando o compiendo atti violenti lontano dagli occhi del direttore di gara.

"La Commissione avrà anche la facoltà di revocare la sanzione ad un giocatore nel caso in cui fosse stata causata da una simulazione avversaria" ha spiegato la FA. In caso di decisione unanime della Commissione, il giocatore autore della simulazione sarà squalificato per due giornate.

In Italia, questa situazione è già disciplinata dal codice sportivo: l'ultimo caso ha riguardato Strootman, squalificato due giornate per la simulazione nel derby con la Lazio che aveva portato il rigore poi trasformato da De Rossi.