Premium Sport

Premier, Manchester City campione senza giocare

La sorprendente sconfitta dello United all'Old Trafford contro il Wba ultimo in classifica regala il titolo a Guardiola con 5 turni di anticipo

  • TTT
  • Condividi

Viene quasi da pensare a un dispetto, ma ovviamente non è così: semplicemente, nel calcio esistono i risultati clamorosi e la sconfitta del Manchester United in casa contro il Wba rientra sicuramente tra questi. Il punto è che se per i Red Devils cambia poco o nulla, per i loro cugini del Manchester City cambia semplicemente tutto, perché è proprio il sorprendente tonfo di Mourinho che regala il titolo a Guardiola. Pazienza se dovrà fare festa dal divano di casa, senza giocare.
 


A cinque giornate dalla fine (in realtà quattro, ma sia United che City hanno una partita da recuperare), il vantaggio del Manchester City è di 16 punti, quanto basta per conquistare aritmeticamente la Premier League, la prima nella storia di Pep, al suo secondo anno in Inghilterra, la quinta per il club, che si era laureato campione l'ultima volta quattro anni fa, con Pellegrini in panchina.

Il City ha dominato per l'intera stagione pareggiando alla seconda giornata contro l'Everton e poi vincendo sempre, tutte le partite, fino al 31 dicembre: una serie sensazionale che ha consentito a Guardiola di fare il vuoto. Poi qualche battuta d'arresto c'è stata anche di recente, come il k.o. nel derby con lo United della settimana scorsa, ma il tris di Wembley al Tottenham ha ristabilito la verità: non c'è stata mai storia. Il gol di Jay Rodriguez che ha dato la vittoria al Wba ha semplicemente messo la parola fine a una storia già scritta.