Premium Sport

Watford, Mazzarri: "Club poco ambizioso"

"A metà stagione eravamo settimi poi troppi infortuni" poi la smentita

  • TTT
  • Condividi

Walter Mazzarri lascerà il Watford dopo l'ultima giornata di Premier League ma inizia a togliersi qualche sassolino dalle scarpe: "Questa squadra non aveva le ambizioni dei club in cui ero stato prima - le parole a The Independent -. Ho cercato di creare una mentalità vincente ma tra infortuni e difficoltà non è stato possibile".

Il tecnico italiano approfondisce: "Un peccato che, proprio quando eravamo nel nostro momento migliore ed eravamo settimi, abbiamo avuto così tanti infortuni: c'è stato un momento in cui eravamo senza metà squadra. Nonostante questo abbiamo raggiunto una salvezza tranquilla, a sei gare dalla fine della stagione. Dopo esserci salvati così presto, normale che i giocatori si siano rilassati nel finale".

LA SMENTITA

Walter Mazzarri smentisce di aver rilasciato dichiarazioni dopo l'esonero da parte del Watford mercoledì scorso. In una nota, vengono contestate le ricostruzioni riportate dai giornali. In particolare, Mazzarri fa riferimento ad alcune dichiarazioni che gli sono state attribuite, secondo le quali avrebbe motivato l'addio al club inglese con la mancanza di ambizioni da parte della società e avrebbe anche spiegato il calo di rendimento della squadra con i numerosi infortuni. Il tecnico precisa quindi di non aver mai rilasciato dichiarazioni, né interviste, dopo l'esonero.