Premium Sport

Real Madrid, offerta di 100 milioni per Milinkovic. I tempi per l'intesa sono troppo stretti

Aumentano le possibilità di vedere il talento serbo ancora con la maglia biancoceleste

  • TTT
  • Condividi

Il Chelsea, nelle ultime ore di mercato inglese, ha scelto Kovacic, il Manchester United di Mourinho non ha comprato nessuno, al City di Guardiola interessava solo Jorginho, che ha preferito seguire Sarri a Londra.

Le sirene oltremanica hanno smesso di cantare e di provarre a sedurre Sergej Milinkovic-Savic. Fallito il salto di qualità, un mondiale giocato a fari spenti, il fuoriclasse della Lazio ha visto intorno a lui scendere la spinta propulsiva dell'interesse dei maggiori club europei anche perché la richiesta minima di partenza, 120 milioni, non ha subito la minima flessione. Un prezzo oggettivamente fuori mercato per un giocatore potenzialmente straordinario a cui manca però il riconoscimento internazionale che solo una Champions e una coppa del mondo possono garantire.

Dribblato l'eventuale pericolo inglese, Simone Inzaghi sta contando i giorni da qui al 17 agosto perchè se è vero che il mercato in uscita sarà aperto fino al 31, non è pensabile che la Lazio ceda Milinkovic dopo la chiusura di quello in entrata, cioè venerdi prossimo, senza avere poi la possibilità di sostituirlo.

Solo Real Madrid, Paris Saint Germain e Juventus avrebbero le potenzialità economiche di soddisfare Claudio Lotito, che vuole solo cash, senza contropartite. Dalla Spagna sarebbe arrivato l'unico tentativo serio, un'offerta di 100 milioni comunicata al direttore sportivo biancoceleste Igli Tare da Mateja Kezman, agente di Milinkovic che avrebbe messo così in contatto Real e Lazio. Ma i tempi per un accordo sono molto ristretti e le possibilità che il giocatore rimanga un'altra stagione, la quarta, alla Lazio aumentano di ora in ora, con un rinnovo di contratto a ingaggio almeno raddoppiato.

Giampaolo Gherarducci