Premium Sport

Carioca, spettacolo e gol nel derby di Rio: 2-2 tra Flamengo e Vasco da Gama

Nene su rigore riprende i rossoneri al 95'. San Paolo-Corinthians finisce 1-1

  • TTT
  • Condividi

Spettacolo e gol nel derby di Rio de Janeiro tra Flamengo e Vasco da Gama, valido per la quarta giornata del Campionato Carioca. Gli ospiti passano in vantaggio con Pikachu al 16' ma restano in 10 al 54' per l'espulsione di Luis Fabiano. I padroni di casa agguantano il pareggio al 60' grazie ad Arao e cinque minuti più tardi ribaltano il match con Berrio. In pieno recupero, al 95', Nene pareggia su un discusso rigore. Da segnalare che al 30' del primo tempo si è verificato un blackout totale all'imopianto di illuminazione che ha causato l'interruzione del match per circa 10 minuti.  

SAN PAOLO-CORINTHIANS 1-1
Niente da fare, il San Paolo di Rogerio Ceni non riesce ad ingranare. Davanti ai quasi 52.000 spettatori del Morumbi, il "Majestoso" del campionato Paulista finisce 1-1: un punto che va meglio al Corinthians (già primo nel gruppo A) e che consente al Tricolor di agganciare la Linense in vetta al gruppo B ma senza trovare quella vittoria che ora manca da quattro partite. Non che in casa Timao la situazione sia tanto migliore, visto che le premesse erano le stesse (2 pari e una sconfitta nelle ultime tre) e infatti Carille ha da pensare in vista del Brasileirao.

Primo tempo emozionante ma senza grandi occasioni, il San Paolo meglio nel possesso mentre il Corinthians in pratica tira una sola volta in porta. Al 50' vantaggio dei padroni di casa con il colpo di testa di Maicon sotto porta, grazie anche all'errore del portiere Cassio. Per fortuna del Timao, un quarto d'ora dopo ci pensa Jo (ex Manchester City) a ristabilire la parità con un altro colpo di testa. Nel finale espulso Wellington per doppio giallo (anche se il secondo è un "regalo" dell'arbitro Furlan).

MORTO UN TIFOSO DEL SAN PAOLO
Tragedia prima del match tra San Paolo e Corinthinas. Bruno Pereira da Silva nel prepartita ha cercato di scavalcare la barriera che separa due settori dello stadio Morumbi, cadendo però giù dall'anello superiore. Aveva 23 anni, era di Pindamonhangaba. Le prime indiscrezioni prarlavano di un forte trauma cranico e di diverse fratture alla gamba. In nottata è arrivato l'annuncio ufficiale della sua morte, che in realtà pare sia avvenuta ancor prima di arrivare in ospedale.