Premium Sport

Champions, Prandelli carica il Napoli: "Il Real ti teme"

L'ex tecnico del Valencia: "Zaza era già preso, hanno ritrattato e me sono andato"

  • TTT
  • Condividi

Cesare Prandelli ripercorre la sua sfortunata esperienza al Valencia ma, prima di tutto, fa un grosso in bocca al lupo al Napoli in vista degli ottavi di finale di Champions League contro il Real Madrid: "Quando nello spogliatoio abbiamo visto le loro partite europee, i ragazzi mi hanno detto 'Questa è la squadra più forte d'Europa!'. I blancos non hanno ancora vinto, la sfida è aperta".

L'ex ct azzurro parla della fine del rapporto con il Valencia: "Le premesse erano diverse, avevano promesso investimenti di 30 milioni di euro sul mercato - le parole alla Gazzetta dello Sport - poi è cambiato tutto. Con la Juventus era già tutto fatto per Zaza, lo aspettavo il 28 dicembre in allenamento ma il giorno dopo la vicepresidente mi dice 'Puoi scegliere o un centrocampista o una punta'. Io rispondo: 'la punta c'è già, è Zaza!' ma non mi arrivano conferme. Allora, dopo 24 ore di riflessione, ho detto basta".

Prandelli assicura che non ci sono altri ragionamenti dietro le dimissioni: "Ho rinunciato a due anni di un bel contratto, potevo anche aspettare l'esonero ma non l'ho fatto. E non ci sono altre squadre dietro me, ora voglio solo riordinare le idee e poi ripartire. Non voglio ritirarmi, questo è certo".