Premium Sport

Champions, valanga Tottenham sul Real: Dortmund, che flop

Tris Liverpool sul Maribor, vincono anche il Siviglia e Porto: Feyenoord eliminato, City avanti

  • TTT
  • Condividi

Due nuove qualificate agli ottavi di finale, un'eliminazione e molte squadre tenute in vita solo dalla matematica. Il mercoledì della quarta giornata di Champions League ha il volto sorridente di Pochettino, che col suo Tottenham travolge i bi-campioni in carica del Real Madrid e stacca il pass per gli ottavi di finale al pari del Manchester City di Guardiola. Nel gruppo F eliminazione per il Feyenoord, mentre per Maribor, Apoel e anche Monaco manca solo l'aritmetica. La grande sorpresa della serata arriva dal campo di Dortmund, il Siviglia vendica la batosta subita a Mosca due settimane fa dallo Spartak di Carrera.

Scorri le schede per i resoconti partita per partita

GRUPPO E

Liverpool-Maribor 3-0
Dopo la goleada Reds in Slovenia il pubblico di Anfield si aspetta un'altra grande serata di festa e di gol, ma nonostante nel primo tempo il Liverpool abbia praticamente il monopolio del possesso palla, la difesa del Maribor regge fino all'intervallo per merito, soprattutto, del cugino di Samir Handanovic, Jasmin, che devia sulla traversa il colpo di testa di Firmino. A scacciare i fantasmi dal cielo di Liverpool ci pensa, dopo due minuti dall'inizio della ripresa, il solito Momo Salah, che si avventa sul cross di Alexander-Arnold e mette dentro al volo. I Reds avrebbero l'occasione di raddoppiare subito, ma Handanovic è super e para il rigore di Milner, poco dopo il portiere sloveno si supera e respinge di piede il tiro di Firmino. Handanovic è in versione supereroe, ma nemmeno lui può nulla sul tiro dal limite di Emre Can, che fa 2-0 e segna il primo gol della carriera in Champions. Nel finale arriva anche il tris firmato Sturridge che lancia i Reds verso gli ottavi. 

Siviglia-Spartak Mosca 2-1
Dopo la batosta subita in Russia due settimane fa, il Siviglia entra in campo deciso a vendicarsi e mette subito sotto pressione la difesa della squadra di Carrera, che regge non senza soffrire fino alla mezz'ora, quando Lenglet prende il tempo a tutti e mette dentro di testa il corner calciato da Banega. Nonostante il vantaggio gli spagnoli continuano ad attaccare alla ricerca del raddoppio, che arriva al quarto d'ora della ripresa ancora grazie a Banega: l'ex Inter lavora un pallone al limite dell'area e poi fa partire un fantastico sinistro a giro che si insacca poco sotto l'incrocio senza lasciare scampo a Selikhov. Il Siviglia amministra la gara senza soffrire, ma nel finale abbassa un po' troppo il ritmo e il baricentro e a 15' dalla fine subisce la rete di Ze Luis, che riapre la partita e dà nuovo coraggio ai suoi. Nel finale gli spagnoli soffrono, ma non capitolano e portano a casa tre punti fondamentali in vista della qualificazione alla fase successiva. 

Classifica: Liverpool 8, Siviglia 7, Spartak Mosca 5, Maribor 1

GRUPPO F

Shakhtar Donetsk-Feyenoord 3-1
Avvio super nell'altra gara del girone del Napoli, con gli olandesi che vanno in vantaggio a sorpresa poco dopo il decimo minuto con la rete di testa di Jorgensen, ma vengono raggiunti un minuto dopo dal gol di Ferreyra, che deposita in rete da due passi dopo un incredibile batti e ribatti all'interno dell'area di rigore. Non passano nemmeno tre minuti e i padroni di casa ribaltano subito il match con la conclusione dal limite di Marlos, che la mette sotto la traversa dopo una corta respinta della difesa del Feyenoord. Dopo i fuochi d'artificio iniziali, il primo tempo va in archivio sul 2-1 in favore dei padroni di casa, che al quarto d'ora della ripresa avrebbero anche l'occasione per chiuderla, ma Ferreyra mette di poco fuori da buona posizione. Il tris è comunque solo una questione di tempo, perché al 67' Marlos firma la personale doppietta e di fatto manda i titoli di coda al match inguaiando non poco il Napoli, che ora dovrà fare sei punti nelle prossime due gare e sperare che il City batta lo Shakhtar (prossimo avversario degli azzurri al San Paolo).

Napoli-Manchester City 2-4 (qui la cronaca della partita)

Classifica: Manchester City 12, Shakhtar Donetsk 9, Napoli 3, Feyenoord 0

GRUPPO G

Besiktas-Monaco 1-1
Qui la cronaca della gara

Porto-Lipsia 3-1
Dopo il pareggio nel match delle 18 tra Besiktas e Monaco, il Porto vuole sfruttare il vantaggio del fattore campo per salire al secondo posto del girone e parte col piede schiacciato sull'acceleratore. Poco prima del quarto d'ora Herrera concretizza la pressione offensiva dei portoghesi e la mette dentro risolvendo una mischia, quattro minuti più tardi Aboubakar sciupa l'occasione per il raddoppio. Meglio il Porto anche nel prosieguo del primo tempo, che però nonostante le occasioni per i padroni di casa si chiude sull'1-0. A inizio ripresa Hasenhuttl manda in campo Timo Werner e il suo attaccante lo ripaga subito scappando sul filo del fuorigioco e battendo Jose Sa in uscita, poco dopo altra occasione per i tedeschi. Dopo gli sbandamenti iniziali il Porto riattacca la spina e ricomincia a giocare e a creare occasioni, la rete del nuovo vantaggio arriva grazie al colpo di testa dell'ex Parma Pereira, partito probabilmente in fuorigioco. La partita resta in equilibrio fino ai minuti di recupero quando, col Lipsia tutto sbilanciato in avanti alla ricerca del 2-2, Pereira scappa in contropiede e firma l'importantissimo gol del 3-1 che porta i portoghesi in vantaggio nello scontro diretto (in Germania era finita 3-2 per i tedeschi). 

Classifica: Besiktas 10, Porto 6, Lipsia 4, Monaco 2

GRUPPO H

Tottenham-Real Madrid 3-1
Primo match della storia del Real Madrid a Wembley e nei primi minuti i giocatori di Zidane sembrano accusare un po' l'emozione. Il Tottenham parte forte e in avvio ha le occasioni migliori con Kane e Dier, il primo squillo delle merengues arriva intorno al 20', ma poco dopo la metà del primo tempo gli inglesi passano meritatamente in vantaggio: Trippier scappa sulla destra (probabilmente in posizione di fuorigioco) e mette in mezzo per Alli, che in scivolata batte Casilla e fa esplodere i tifosi Spurs. La risposta dei Blancos è immediata, ma Lloris dice di no a Marcelo, dall'altra parte grande intervento anche per Casilla su Kane. A inizio ripresa il Real parte forte e prova a mettere alle corde gli inglesi, ma alla prima occasione Alli calcia da fuori, trova una deviazione e fa 2-0 mandando in delirio Wembley. Il Real prova a reagire con rabbia, ma alla squadra di Zidane manca anche la fortuna, la conclusione a botta sicura di Sergio Ramos viene respinta dal polpaccio di Ronaldo e poco dopo arriva il clamoroso 3-0 firmato Eriksen, che batte Casilla dopo una bella ripartenza. Il Real è in ginocchio, gli Spurs sfiorano anche il poker e allora a dare un scossa ci prova il solito Ronaldo, che a 10' dal termine firma l'1-3. Per i Blancos però non c'è più tempo, il Tottenham vince 3-1 e stacca il pass per gli ottavi di finale, Wembley è in delirio al triplice fischio. 

Borussia Dortmund-Apoel Nicosia 1-1
Con un orecchio alla gara di Wembley il Dortmund parte subito forte per archiviare la pratica Apoel Nicosia, ma nonostante le tante occasioni create dai gialloneri la difesa dei ciprioti regge piuttosto bene. Dopo circa mezz'ora di gioco, però, i tedeschi passano grazie alla rete di Guerreiro, che aggancia un passaggio in area e piazza il pallone alle spalle di Nauzet Perez, uscito forse troppo dai pali. Il primo tempo si chiude col Dortmund in vantaggio "soltanto" 1-0, ma l'inizio della ripresa è shock per i padroni di casa, che al primo tiro in porta dell'Apoel subiscono il clamoroso pareggio. Il gol subito taglia le gambe ai tedeschi, che rivedono i fantasmi della gara di Cipro e, a parte un salvataggio sulla linea, faticano a creare occasioni da rete. Negli ultimi 15' i gialloneri provano ad alzare il ritmo e gli ospiti si abbassano un po' troppo, Aubameyang (fin lì praticamente uno spettatore non pagante) ci prova di testa, ma il portiere devia sulla traversa. L'assalto finale dei padroni di casa non produce quasi nulla, al triplice fischio i gialloneri, ancora a secco di vittorie in questa Champions, escono dal campo subissati dai fischi.

Classifica: Tottenham 10, Real Madrid 7, Borussia Dortmund 2, Apoel Nicosia 2

Guarda tutti i gol