Premium Sport

Napoli, Sarri: "Piccolo appagamento, Mertens deve anche riposare"

Il tecnico dopo la sconfitta con lo Shakhtar: "Paghiamo la stanchezza mentale dopo il playoff col Nizza"

  • TTT
  • Condividi

Toni bassi, volto evidentemente corrucciato. Maurizio Sarri non nasconde l'amarezza dopo la sconfitta del suo Napoli contro lo Shakhtar all'esordio in Champions. Ecco le sue principali dichiarazioni in esclusiva a Premium Sport.

"Abbiamo avuto un approccio alla partita negativo ed è la terza volta consecutiva che succede. In campionato siamo riusciti a rimediare, qui non ci siamo riusciti. Sbagliando gli approcci, è evidente che corriamo grandi rischi. Se la stanchezza fosse fisica sarebbe troppo precoce, sono passati solo 20 giorni da Nizza. Il playoff è stato faticoso dal punto di vista mentale, averlo superato ha creato un piccolo appagamento. Dobbiamo capirlo e superarlo: se qualcuno pensava che il Napoli potesse fare una passeggiata in Champions, stasera è tornato sulla terra. La quotidianità degli allenamenti è inesistente, non penso sia quello il problema". 

"Abbiamo pressato non benissimo in zona alta, non è che hanno creato tantissime palle gol, ma ci hanno creato delle difficoltà. Con una determinazione di livello superiore, potevamo tenerli di più dentro alla loro metà campo. Le scelte? Abbiamo cambiato qualcosa com'è logico. Mertens è uno scattista e ha bisogno di freschezza: non può fare 50-55 partite in una stagione. Era chiaro che uno spezzone di partita l'avrebbe fatto e se fossimo riusciti a stare sull'1-0 probabilmente sarebbe stato decisivo. Non ne facciamo mai volentieri a meno. Hamsik non è brillantissimo, ma questo succede a tutti: stasera l'ho visto anche meglio. Quando a un giocatore chiedi tantissimo, ogni tanto devi dare qualcosa. Ci ripagherà sicuramente, ha bisogno di tanto tempo per entrare nella condizione ideale e ha bisogno di giocare per farlo. Secondo me è giusto insistere".