Premium Sport

Roma, De Rossi: "Vogliamo passare il turno ma non per salvare la stagione"

Il centrocampista: "Sono pronto a scendere in campo. Il freddo inciderà nei primi minuti"

  • TTT
  • Condividi

Insieme a Eusebio Di Franesco è intervenuto anche Daniele De Rossi nella conferenza pre-Shakhtar. "Noi vogliamo passare il turno non per mettere in salvo la stagione, ma perché vogliamo fare bene e toglierci delle soddisfazioni. Ancora è tutto da giocare e non vedo perché dobbiamo già pensare a una stagione sbiadita anche se in campionato ci siamo allontanati da quello che poteva essere un sogno a inizio anno" mette in chiaro il centrocampista della Roma.

"Abbiamo bisogno di un altro scatto dopo quello nel girone, porterebbe a vedere in maniera differente questa annata. Significherebbe entrare tra le prime otto d'Europa. Sicuramente, a prescindere dalla nostra posizione, sarebbe un punto di arrivo diverso rispetto al venire eliminati adesso" specifica ulteriormente il mediano, che si dice pronto a giocare dal primo minuto dopo il rientro a Udine ("La condizione è buona. Sabato è andata meglio di quanto sperassi. Mi sento bene, ho lavorato forte a livello fisico").

Le rigide temperature, secondo De Rossi, non influiranno più di tanto sulla gara: "Il freddo? Un po’ conterà, ma la differenza la faranno le qualità in campo. Dobbiamo essere pronti mentalmente soprattutto nei primi minuti, che potrebbero essere alterati dallo shock-termico. Chi passerà lo farà comunque per le qualità, non per il clima”.

Nel 2011 i capitolini furono eliminati proprio dallo Shakhtar agli ottavi: "Sono passati tanti anni. Quell'eliminazione ci ha fatto male, ma è passata. Si va avanti. Di partite ne ho perse tante, contro tanti avversari e non vivo quelle partite come una rivincita personale. Sarà una gara importante, ma niente di legato al passato. L'obiettivo è arrivare ai quarti, poi se dovessimo passare vedremo il sorteggio e quanta differenza ci sarà tra noi e la squadra che affronteremo. Ci sono due o tre squadre in questa Champions League con le quali, probabilmente, partiremmo quasi battuti".