Premium Sport

Ligue 1: il Nizza vola, ok Lione e Marsiglia

I rossoneri vincono 5-2 a Guingamp: poker di Plea. Genesio piega 1-0 il Caen. 2-1 di Garcia a Tolosa

  • TTT
  • Condividi

Mario Balotelli non c'è per infortunio, ma il suo Nizza si dimostra più forte anche delle assenze e travolge il Guingamp a domicilio nel primo dei tre posticipi della 29.ma giornata di Ligue 1. La squadra di Favre centra la seconda vittoria in fila segnando addirittura 5 reti in Bretagna, quattro delle quali messe a segno da un super Plea, che ieri ha festeggiato il 25esimo compleanno e mai aveva segnato quattro reti in una partita sola. Tre punti molto importanti per i rossoneri, che non avevano mai vinto in trasferta quando era assente SuperMario e che ora inseguono la qualificazione all'Europa League (al momento sono al settimo posto in coabitazione con il Rennes, il sesto posto del Nantes dista solo un punto).

Nonostante ciò che dice il punteggio non è stata una partita facile per il Nizza, che è andato sotto in avvio punito dal rigore di Grenier e all'intervallo era soltanto 1-1. L'uno-due che ha spaccato il match è arrivato nei primi dieci minuti della ripresa, i padroni di casa hanno provato a rientrare in partita sfruttando l'autogol di Marlon, ma negli ultimi minuti Scarfi (86') e ancora Plea (90+1') hanno mandato i titoli di coda al match.

Fa festa il Nizza e fa festa, finalmente, anche il Lione, che mette fine a un periodo assolutamente negativo (5 partite senza vittoria in campionato) e con fatica supera 1-0 il Caen davanti al pubblico di casa. Dopo un primo tempo avaro di emozioni, il gol partita arriva al 20' della ripresa grazie a Traoré, che si avventa come un falco su un pallone al centro dell'area ospite e batte il portiere con un potente destro. Tre punti fondamentali per la squadra di Genesio, che con questo successo consolida il quarto posto e arriva col vento in poppa al ritorno degli ottavi di finale di Europa League in programma giovedì contro il CSKA Mosca (1-0 per i francesi all'andata in Russia). 

L'OL rimane a 5 punti dal Marsiglia, corsaro 2-1 a Tolosa. Gli ospiti passano in vantaggio con Ocampos al 10': l'ex Genoa e Milan risolve una mischia sugli sviluppi di un calcio piazzata. La gioia dei biancocelesti dura solo 9': traversone di Sylla e tap-in vincente di Mubele, abile ad anticipare il distratto Sakai. L'OM rischia di capitolare ancora (quasi autogol di Luiz Gustavo) ma nel finale riesce a conquistare al bottino pieno con Mitroglu: l'attaccante greco, appena entrato dalla panchina, insacca su assist di Payet al 78'.