Premium Sport

Mbappé, fenomeno a 18 anni: Deschamps lo chiama, il Real pure...

Il nuovo Henry ha gli occhi puntati addosso: quasi certamente lascerà il Monaco quest'estate

  • TTT
  • Condividi

"Il talento non ha età". Didier Deschamps ha spiegato così la prima convocazione in nazionale di Kylian Mbappé, l'attaccante del Monaco che ha fatto parlare di sé tutto il mondo con i gol al Manchester City, uno all'andato e uno al ritorno. Protagonisti in Champions a 18 anni non ce ne sono stati molti nella storia e l'impressione è che questo piccolo fenomeno che già da adolescente guadagnava le prime pagine dei giornali francesi, non sia affatto una meteora.

In Francia lo chiamano il nuovo Henry e del resto ha già strappato tre record a Titi: il più giovane giocatore a esordire in prima squadra nel Monaco, il più giovane a segnare un gol con il club del Principato, il più giovane degli ultimi 30 anni ad arrivare a 10 gol in Ligue 1. "È più maturo di quanto non fosse Henry alla sua età", assicura Deschamps.

Anche grazie a Mbappé, Jardim è arrivato in testa al campionato. E come succede spesso al Monaco, è molto probabile che quest'estate Mbappé dovrà trasferirsi. Il Real Madrid ha già messo gli occhi di lui e sembra la pià interessata: inutile parlare di prezzo perché nel giro di due mesi si è passati da una valutazione di 25 milioni a una di 60. L'asta inevitabile tenderà a farlo salire sempre di più...