Premium Sport

Pescara su Muntari: usato sicuro con Stendardo, Bovo e Gilardino

Gli abruzzesi puntano sull'esperienza per provare la rimonta salvezza

  • TTT
  • Condividi

L'ultima suggestione del Pescara si chiama Sulley Muntari: ha 32 anni, è svincolato e rientra perfettamente nell'identikit del giocatore ideale tracciato da Sebastiani e Oddo per provare la disperata rimonta salvezza, a patto ovviamente che sia nelle condizioni fisiche per giocare dopo 8 mesi di inattività. Al termine del girone d'andata, seppur con la partita con la Fiorentina da recuperare, gli abruzzesi sono ultimi in classifica e sul campo non hanno mai vinto: l'unico successo è quello ottenuto a tavolino contro il Sassuolo.

Nel mercato invernale, per risalire la china, il club ha scelto di puntare sull'usato (apparentemente) sicuro: così a Pescara sono arrivati Guglielmo Stendardo dall'Atalanta, Cesare Bovo dal Torino e molto probabilmente Alberto Gilardino dall'Empoli. In tre superano i 100 anni e non arrivano a 1000 minuti complessivi giocati in questa stagione. Certo, Muntari è più giovane, ma probabilmente è messo peggio: ha giocato l'ultima gara ufficiale il 30 aprile con la maglia dell'Al Ittihad ed era il 7 marzo 2015 l'ultima volta che si è visto in serie A (Milan-Verona 2-2). Ironia della sorte, Sebastiani ha appena dichiarato che l'acquisto di Aquilani fu un errore perché è un giocatore non abituato a lottare per salvarsi. Muntari, tra Inter e Milan, ha quasi sempre giocato per lo scudetto. Ma, questo è sicuro, ha caratteristiche completamente diverse da Aquilani...