Premium Sport

Clattenburg, sarà un'estate diversa: "Arbitrerò la Padania"

Il fischietto della Champions 2016 ha rinunciato ai Mondiali, nessun inglese in Russia

  • TTT
  • Condividi

C'è chi farebbe carte false per andare in Russia ai Mondiali e c'è chi, come Mark Clattenburg, decide invece di rinunciarci per andare ad arbitrare...i Mondiali tra gli Stati non riconosciuti che si svolgeranno in estate in Gran Bretagna dal 31 maggio al 10 giugno. Avete capito bene, il fischietto inglese, che recentemente ha confessato di essere stato schiavo dell'alcol a causa del troppo stress, passa dalla finale di Champions League 2016 di Milano ad arbitrare la Padania, il Tibet, il Kiribati e chi più ne ha più n metta. 

Vista la sua assenza, in Russia non ci sarà nessun arbitro inglese: il fischietto 43enne, nel febbraio del 2017, ha infatti lasciato la Premier League per diventare il nuovo direttore degli arbitri dell’Arabia Saudita: "È colpa mia. Ero nel programma, poi quando la Fifa ha annunciato le convocazioni per gli Under 17 e gli Under 20 io me ne sono andato e non hanno fatto in tempo a cambiarlo", ha ammesso in una recente intervista a FourFourTwo.

Se fosse andato in Russia avrebbe potuto sperimentare il Var, di cui è grande sostenitore ("Lo adoro, penso che i Mondiali saranno un grande successo e il Var sarà parte di quel successo. Porterà i giocatori a smettere di imbrogliare, fingere infortuni e simulare"), ma Clattenburg sembra felice della sua decisione: "Sarò anche ambasciatore del torneo, mi piace lavorare con Paesi meno fortunati che non possono entrare nella Fifa per il loro status. Ce ne sono alcuni di cui non ho mai sentito parlare, ma è una splendida opportunità".