Premium Sport

Mondiali LIVE: Russia 2018, tutte le notizie in diretta

Retroscena, curiosità, dichiarazioni e approfondimenti: ora per ora gli aggiornamenti sul Mondiale

Aggiornamento in tempo reale

  • TTT
  • Condividi

Tite: "Ecco cos'è successo"

Petkovic: "Tutto regolare"

"Abbiamo il Var e ci deve offrire risposte. Io ho rivisto l'azione del nostro gol ed è stato tutto regolare e al riguardo penso che la verità sia che la difesa del Brasile era mal posizionata". Così, nel dopopartita a Rostov, il ct della Svizzera Vlado Petkovic. "Aggiungo anche - continua - che io il rigore su Gabriel Jesus non l'ho visto. Al giorno d'oggi non ci sono solo l'arbitro e i suoi collaboratori sul campo, ma anche quelli al video, quindi è tutto a posto. Le situazioni di cui parliamo sono state chiare". Sul risultato Petkovic dice che "il Brasile è stato migliore di noi, perché ha creato più occasioni da gol. Ma sono davvero orgoglioso del modo in cui i miei hanno giocato. non si sono mai arresi e hanno lottato per 90 minuti. Abbiamo cominciato bene questo Mondiale, ora bisogna continuare così".

Miranda: "Ho sbagliato io"

"Diciamo che ho sbagliato io". Miranda non ci sta e protesta per il gol costato il pareggio al Brasile contro la Svizzera: "Avrei dovuto buttarmi a terra quando lui (Zuber, n.d.r.) mi ha spinto. Tutto sarebbe stato più evidente e la decisione poteva essere diversa. C'era l'arbitro al video e a fine partita mi hanno detto che c'è stato un check, ma ora è meglio pensare ad altro e in particolare alla prossima partita contro la Costa Rica".

Löw: "Abbiamo giocato male"

"Non eravamo concentrati, abbiamo utilizzato poco il gioco corto e questo ha permesso ai nostri avversari di rubarci il pallone". E' il commento di Joachim Löw, ct della Germania, alla sconfitta dei campioni del mondo in carica contro il Messico, nella partita d'esordio del Mondiale russo. "Nel primo tempo abbiamo giocato male, molto meglio nella ripresa - aggiunge l'allenatore tedesco -. Siamo delusi, abbiamo perso la prima partita ed è un'anomalia per noi, non abbiamo giocato come eravamo abituati, non siamo stati capaci di passaggi veloci in attacco, dobbiamo imparare la lezione e fare meglio nelle successive partite. Però, siccome siamo esperti possiamo gestire le conseguenze di questa sconfitta". Löw ha poi elogiato il Messico di Juan Carlos Osorio e criticato la Germania, per aver "lasciato spazi a una formazione che si distingue per la velocità e i contropiede". "Il Messico è forte, come conferma il rendimento degli ultimi due anni - conclude -. Hanno un buon attacco e si muovono molto bene nelle azioni di rimessa, inoltre sono esperti nel possesso palla. Hanno giocatori molto veloci e sfruttano molto bene gli spazi".

Kane, la pressione di CR7

"Sicuramente Cristiano Ronaldo mi ha messo un po' di pressione addosso. È un giocatore fantastico, che ha disputato una partita eccezionale contro la Spagna, ma per me è più importante concentrarmi sulla squadra. In ogni caso spero di segnare una tripletta domani, contro la Tunisia, così saremo di nuovo a pari merito. Il titolo dei cannonieri non è qualcosa alla quale penserò, prima viene il torneo iridato". Così Harry Kane, attaccante dell'Inghilterra, alla vigilia dell'esordio mondiale contro la Tunisia, a Volgograd.

Tunisia, parla il c.t.

"Siamo pronti per la partita, affronteremo una delle migliori squadre di questo torneo: non va dimenticato che tutti i giocatori inglesi giocano in Premier League, questo è positivo per la loro Nazionale, garantisce loro grande qualità. La nostra è una buona generazione di giocatori, l'obiettivo è di raggiungere i quarti di finale, perché abbiamo giocato ad alto livello nelle partite amichevoli". Così Nabil Maaloul, c.t. della Tunisia, alla vigilia del confronto che domani alle 20 inaugurerà il cammino della sua squadra nel Mondiale russo contro l'Inghilterra a Volgograd.

Hooligan a casa

La polizia britannica ha fatto sapere che il 98% degli hooligan schedati ha annullato il viaggio per il Mondiale in Russia, restituendo il passaporto. Dei 1.312 tifosi britannici a cui è stato fatto divieto di viaggiare per assistere alle partite della nazionale dei 'Tre Leoni' in Russia, il capo della polizia calcistica britannica, Mark Hughes, ha detto che solo il 2% non ha ancora rinunciato alla trasferta. Roberts ha aggiunto che i tifosi inglesi presenti domani sera alla 'Volgograd Arena', per l'esordio della nazionale contro la Tunisia, saranno al massimo 2.500.

MESSICO, MARQUEZ NELLA STORIA

BRASILE-SVIZZERA, FORMAZIONI UFFICIALI

SERBIA, COMPLIMENTI DAL PRESIDENTE

L'esordio vittorioso della Serbia nel Mondiale di Russia, dove oggi ha battuto 1-0 il Costarica nel primo incontro del gruppo E, è stato salutato con grande gioia e soddisfazione dal presidente Aleksandar Vucic, che si e' congratulato con i giocatori. "Sono orgoglioso per il gioco brillante dei nostri ragazzi che hanno meritato il successo", ha detto Vucic in un messaggio di felicitazioni. Congratulazioni alla nazionale di Kolarov e compagni sono stati inviati anche dalla premier Ana Brnabic e dal ministro dello sport Vanja Udovic

Terremoto in Messico

Il gol di Lozano, valido per il temporaneo 1-0 alla Germania, ha causato un miniterremoto a Città del Messico. Secondo l'istituto messicano che monitora i frequenti fenomeni sismici nel paese, è stato causato da cause artificiali dovute ai troppi salti dei cittadini che hanno esultato dopo la rete. Due sensori lo hanno avvertito alle 11.32 locali, cioè poco dopo l'attimo del gol realizzato da Lozano.
 

SVEZIA, IL CT: "BASTA DOMANDE SU IBRA"

Poteva essere il giorno dell'Italia, invece in campo ci sarà la Svezia. Allo Stadium di Niznij Novgorod, dove da agosto giocherà il risorto Volga, la Svezia esordisce domani a Russia 2018 affrontando i misteriosi coreani del sud, che per confondere le idee alle spie svedesi in ogni amichevole giocata quest'anno hanno sempre cambiato numeri di maglia. "Per mischiare le carte - ha spiegato il ct dei 'guerrieri del Taeguk' -. Sapevo che veniva sempre una loro spia e allora ho pensato di confonderlo ancor di più, visto che già in partenza gli europei fanno fatica a distinguere noi asiatici". In realtà il suo collega svedese Janne Andersson non sembra particolarmente preoccupato. Piuttosto continuano a infastidirlo le domande su Zlatan Ibrahimovic, presente in Russia come testimonial di uno sponsor: ma si è fatto vivo per incoraggiare gli ex compagni di nazionale, con i quali peraltro avrebbe voluto tornare a giocare proprio in questi giorni? "Mi chiedete sempre di lui...Sono ct della nazionale da due anni - ha risposto Andersson - e da allora sia Zlatan che altri giocatori hanno deciso di lasciarla. Ho rispettato la sua decisione, ma da quei giorni per noi si sono perse le sue tracce. Mai avuto colloqui o contatti. Non ci sono rapporti e nemmeno ci saranno, e il gruppo che con cui lavoro è quello che si trova qui". Ma Ibra a questa Svezia che nelle ultime due amichevoli ha ottenuto altrettanti 0-0 non sarebbe servito? Ci sono vari modi per far gol - ha spiegato il ct svedese -, e tutto dipende da come si gioca. In questi ultimi giorni abbiamo curato molto gli schemi offensivi, ora non ci rimane che sperare di andare a segno domani, coreani permettendo".

BELGIO SENZA VERMAELEN E KOMPANY

Vermaelen e Kompany non ce la fanno. Nel Belgio che domani affronta Panama non ci saranno due difensori sul quale il ct Roberto Martinez fa molto affidamento, al punto da averli chiamati per Russia 2018 anche se non sono in perfette condizioni fisiche. "Per domani non sono pronti - ha detto Martinez - ma conto su di loro per le prossime partite -. La situazione di Vermaelen sta evolvendo positivamente e contro di averlo a disposizione fin dalla prossima partita (con la Tunisia sabato 23 ndr). Quanto a Kompany, per prendere una decisione aspetteremo sempre l'ultimo momento. Io spero di riaverlo per l'ultima partita del girone, contro l'Inghilterra".

PANAMA, ATTESA PER L'ESORDIO

L'attesa si è fatta spasmodica. Domani è il giorno dell'esordio assoluto di Panama, finora mai presente ai Mondiali, e per incoraggiare i 'Canaleros', che a Sochi affronteranno il Belgio, è arrivato in Russia il presidente Juan Carlos Varela. Il capo di Stato si è intrattenuto con il ct Hernan 'Bolillo' Gomez e con i giocatori, che oggi hanno ricevuto anche doni dalle rispettive famiglie perché il 17 giugno a Panama è la festa del papà. Altra visita per i nazionali di Panama è stata quella della leggenda del baseball, lo sport più popolare insieme alla boxe nel paese centroamericano, Mariano Rivera che ha giocato nei NY Yankess dal 1995 al 2013, vincendo cinque volte le World Series. Rivera ha parlato con i calciatori facendo un po' loro "da motivatore", secondo quanto ha detto lui stesso.

VIVIANO ESTASIATO DA MILINKOVIC-SAVIC

GERMANIA-MESSICO, LE FORMAZIONI UFFICIALI

L'AGENTE DI SALAH: "E' PRONTO"

NEYMAR, NUOVO LOOK PER IL DEBUTTO

LE FORMAZIONI DI COSTA RICA-SERBIA

SVIZZERA, PETKOVIC: "VOGLIAMO IL PRIMO POSTO"

Vladimir Petkovic carica la Svizzera, attesa questa sera dalla difficile sfida contro il Brasile. "L'obiettivo, per quanto difficile, è arrivare primi nel girone.  Anche perché agli ottavi rischiamo di incontrare la Germania e preferirei evitare. Sappiamo che non sarà facile battere la Selecao ma la mia squadra è forte di testa" spiega il ct degli elvetici alla Gazzetta dello Sport.

MARADONA, SCUSE PER IL SIGARO

MOURINHO: "AVREI PARATO COME CABALLERO..."

Josè Mourinho non va per il sottile nei confronti di Caballero, tutt'altro che impeccabile contro l'Islanda. "Io o Caballero in porta sarebbe stata la stessa identica cosa perché avrei parato esattamente come lui" la stoccata rivolta dall'allenatore del Manchester United all'estremo difensore dell'Argentina.

FEDERER INCORAGGIA LA SVIZZERA

La Svizzera è chiamata a una grande impresa contro il Brasile ma può contare su un tifoso speciale, Roger Federer. "La squadra vive in un clima di armonia. Non voglio aumentare la pressione, ma mi sento che qualcosa di buono sta per accadere: poco importa se si passa per un pareggio o una vittoria all'ultimo minuto, ma l'importante è piazzare il colpo vincente" dichiara il tennista che oggi giocherà la finale del Torneo di Stoccarda contro Raonic. 

MAROCCO, AMRABAT SALTA IL PORTOGALLO

Nordin Amrabat salterà la sfida contro il Portogallo in programma mercoledì prossimo. Il centrocampista del Marocco è stato costretto a uscire per un colpo alla testa nel corso della sfida contro l'Iran e ha riportato una commozione cerebrale: per lui una settimana di riposo.

CRESPO: "MESSI NON E' MARADONA"

In un'intervista alla Gazzetta dello Sport Hernan Crespo dice la sua sul flop di Messi coN l'Islanda. "Leo non è mica Maradona, da solo non vince un Mondiale. Questo devono capirlo prima tutti gli argentini e poi i suoi compagni di squadra. Lui è un fenomeno se viene messo nelle condizioni giuste, come al Barcellona. Altrimenti pure lui fa fatica. Chi lo ha aiutato ieri? Di Maria non ha saltato una volta l'avversario, i centrocampisti non lo hanno supportato" sottolinea l'ex attaccante dell'Albiceleste. 

RONALDO CARICA IL BRASILE

IL PROGRAMMA DI OGGI

GRUPPO E 1.a giornata
Costa Rica- Serbia ore 14 su Italia 1
Brasile-Svizzera ore 20 su Canale 5

GRUPPO F 1.a giornata
Germania-Messico ore 17 su Italia 1