Premium Sport

Ronaldo: "Spero che l'Inter si qualifichi per la Champions"

L'ex fuoriclasse a Milano: "Mondiali? Sono ottimista per il Brasile"

  • TTT
  • Condividi

Ronaldo di nuovo a Milano. L'ex fuoriclasse brasiliano, presente a un evento Nike e nel capoluogo lombardo per prendere parte balle celebrazioni per i 110 anni dell'Inter,  ha parlato della sua esperienza in nerazzurro ma anche di Pallone d'Oro, dell'infortunio di Neymar e del prossimo Mondiale in Russia. Ecco le sue dichiarazioni. 

"È sempre bello e piacevole tornare nella città dove ho vissuto una fase molto importante della mia vita. Qui sono stato veramente felice e ho incontrato tanti amici. Sono una persona semplice: le prime volte che mi chiamavano Fenomeno era bello, mi sentivo bene, poi ho capito che era una responsabilità in più anche fuori dal campo".

"Il calcio ha una forza comunicativa mondiale che viene sfruttata poco in questi tempi difficili anche se la gente lo segue ancora con passione. Sono onorato di essere un modello per i giovani e altri grandi calciatori: è successo anche a me, ho avuto tanti idoli che mi hanno influenzato e cercherò sempre di continuare questa tradizione".

"Spero che l'Inter si qualifichi per la Champions League. Ha disputato una grande prima di parte di stagione mentre quest'anno ha perso tanti punti. Serve più equilibrio". 

"Vincere il Pallone d'Oro è qualcosa di incredibile e unico, un premio per tutti i sacrifici fatti. Il calcio non è uno sport individuale ma collettivo, per fare gol serve l'aiuto dei compagni: è quindi un traguardo di gruppo. Ero contentissimo quando l'ho conquistato (nel 1997 ndr) ma senza la squadra nessuno può alzarlo al cielo".  

"Tanti in Brasile hanno fatto il paragone tra l'infortunio di Neymar e il mio prima dei Mondiali del 2002. Sono problemi completamenti diversi, il suo recupero sarà molto più semplice, però dovrà stare attento, essere concentrato al 100% e guarire bene. Gli consiglio di proteggersi da tutte le pressioni esterne e di lavorare per tornare in campo il più presto possibile rispettando però i tempi. Io non sapevo quando sarei rientrato e per questo penso di aver sofferto molto di più. Neymar ce la farà a essere in Russia in ottime condizioni". 

"È difficile fare i pronostici per il Mondiale ma sono ottimista per il Brasile. L'ultimo anno è stato incredibile, con Tite ha ripreso fiducia e cominciato di nuovo a giocare bene. Poi ci sono Germania, Francia e Argentina: sarà un torneo complicato per tutti".