Premium Sport

MotoGP, Marquez campione del mondo col brivido

Lo spagnolo rischia di andare fuori a 8 giri dal termine, ma compie un capolavoro tornando in pista: basta il 3° posto a Valencia. Dovizioso cade, vince Pedrosa

  • TTT
  • Condividi

I brividi che non ti aspetti. È successo di tutto nel finale del GP di Valencia, l'ultimo del Motomondiale: Marc Marquez, a otto giri dal termine, poco dopo aver sorpassato Zarco per andare al comando, è finito fuori pista, era praticamente a terra, ma con un capolavoro è rimasto in sella ed è tornato dentro il circuito. È lì che ha vinto il suo quarto Mondiale in 5 anni in MotoGP, il secondo consecutivo, il sesto complessivo contando anche 125 e Moto2.

La certezza del trionfo, in realtà, è arrivata pochi attimi più tardi, quando a cadere è stato Andrea Dovizioso, poi accolto dagli applausi del team Ducati ai box per la sua bellissima stagione. Dovi ha provato a spingere per andarsi a prendere il Gran Premio sperando che Marquez finisse fuori, unica speranza per il sorpasso in classifica. Gli è andata male. A Valencia vince Pedrosa, che piazza la zampata proprio all'ultimo giro con un bellissimo sorpasso su Zarco, completando così la festa della Spagna.

"È stato un gran bell'anno - ha detto Dovizioso -, sono davvero contento, è stata una stagione esagerata. Non avevo la velocità per andare là davanti e superare Marquez. Faccio i complimenti a lui e alla sua squadra, che quest'anno è riuscita a fare la differenza ancora una volta. Io sono soddisfatto, contento di com'è andata per me". Complimenti ricambiati: "Dovi e la Ducati sono stati competitivi fino alla fine - spiega Marquez -. Il fuori pista? Ho avuto un attimo di paura, in curva ho perso la concentrazione e ho frenato tardi, ma è andata bene".