Premium Sport

NFL, il Super Bowl è di Philadelphia: battuti i Patriots

Grande spettacolo a Minneapolis, Tom Brady sbaglia il pallone decisivo ed esplode la festa degli Eagles

  • TTT
  • Condividi

La 'Cenerentola' Philadelphia Eagles interrompe l'egemonia dei New England Patriots di Tom Brady e dopo una partita emozionante e spettacolare quanto equilibrata si aggiudica il 52esimo Super Bowl della storia. Nella cornice dell'US Bank Stadium di Minneapolis, esaurito in ogni ordine di posto, Philadelphia si impone 41-33 sfruttando un clamoroso errore nel finale proprio della stella dei Patriots, che ha comunque giocato una gara da campione vero, completando passaggi per oltre 500 yard.

Pronti via e si capisce che sarà una serata di puro spettacolo, le difese hanno le maglie piuttosto larghe e la partita si accende subito. Philadelphia gioca senza paura e si porta avanti 9-3 col primo touchdown di Jeffery, poco dopo Blount se ne va in slalom gigante e ne realizza un altro. Gli Eagles provano a volare via, ma vengono frenati dalla serata storta del loro kicker, che spreca quasi tutti i calci, imitato peraltro dal collega dei Patriots Gostkowski, che centra addirittura un clamoroso palo. A fine primo tempo si va negli spogliatoi sul 22-12 Philadelphia e la scena se la prende Justin Timberlake.

Il secondo tempo inizia con Tom Brady che sale in cattedra e in tre minuti manda Gronkowski a touchdown per il 26-29, sembra di rivedere il film dello scorso anno, ma Phila non ha nessuna intenzione di mollare e risponde con un touchdown spettacolare quanto contestato, ma confermato dalla "VAR". Elliot aggiusta la mira e trasforma tra i pali per il 32-26 Eagles di inizio quarto periodo, ma Tom Brady sente che la leggenda lo chiama e consegna un pallonetto soffice come un fiocco di neve nelle mani di Gronkowski, che va a touchdown e, grazie alla trasformazione di Gostkowski, regala ai Patriots il primo vantaggio della partita sul 33-32. Philadelphia organizza un attacco lunghissimo per mangiare il tempo di un'eventuale risposta agli avversari e a circa due minuti dalla fine, quando tutti si aspettano la realizzazione di un facile field goal, va coraggiosamente a touchdown (ancora una volta rivisto e poi convalidato) con Eartz, che regala ai suoi il 38-33. Gli Eagles vanno per i due punti, ma la difesa dei Patriots si chiude bene e il punteggio non cambia: con 2 minuti e 21 secondi sul cronometro rientra Tom Brady per l'attacco.

Sembra la scenografia dell'ennesimo trionfo dell'MVP della stagione, ma Brady si fa soffiare il pallone dalla difesa di Philadelphia (prima palla persa in 20 partite di post season) e "consegna" il Super Bowl agli Eagles, che dopo la trasformazione di un field goal trionfano clamorosamente per la prima storica volta.