Premium Sport

Michela Moioli a Premium: "Dopo Sochi dovevo riscattarmi. Esperienza incredibile"

Michela Moioli, oro nello snowboard cross, a Premium: "Atalanta squadra del cuore"

  • TTT
  • Condividi

Michela Moioli, medaglia d'oro nello snowboard cross alle Olimpiadi di PyeongChang, è stata ospite negli studi di Premium. Ecco le dichiarazioni dell'atleta azzurra che ha raccontato le sue emozioni per il grande risultato e non solo.    

"E’ stata un’esperienza incredibile che sto rivivendo anche in questi giorni di festa a casa, con gli amici. Rivivo ogni singolo istante della gara e quelli dopo, sono stati giorni intensi e ricchi di emozioni. Più inaspettata la medaglia d’oro o l’accoglienza quando sono tornata a casa? Decisamente l’accoglienza. Ringrazio i parenti e gli amici che mi hanno fatto una festa incredibile".

"Adesso è facile dirlo ma io volevo l’oro a tutti i costi dentro di me anche perché volevo riscattarmi dopo essermi rotta il ginocchio in finale a Sochi 4 anni fa. Volevo riscattarmi e prendermi quella medaglia che ho lasciato là ma anche farmi male mi è servito per prendermi l’oro. Ho fatto un percorso bellissimo, ho lavorato tanto, ho ottenuto dei bei successi in questi 4 anni che mi hanno aiutato per questa medaglia olimpica. Ho conosciuto delle splendide persone durante questo percorso importantissimo: è una medaglia che vale 4 anni di lavoro".

"La vittoria di Sofia Goggia? Ho visto la gara e mi sono emozionata tantissimo. Sono molto contenta per la sua vittoria, l’ho chiamata subito stamattina dopo la medaglia. Io le avevo pronosticato la vittoria, evidentemente era la nostra Olimpiade: abbiamo realizzato il nostro sogno. Devo tanto a Sofia che mi ha fatto conoscere il mental coach e il preparatore atletico, che sono due persone importantissime per me a livello sportivo. Con lei ho fatto questo percorso di 4 anni ed è bellissimo perché oltre alla medaglia d’oro condividiamo delle persone che ci hanno aiutato a vincere".

"La squadra del cuore? Per forza l’Atalanta. Purtroppo non potrò andare e vedere il ritorno di Europa League col Borussia Dortmund ma prima della fine della stagione voglio andare a Bergamo a vedere una sfida. Poi Sofia deve insegnarmi la Papu- dance. Calciatore preferito? Da piccola mi è sempre piaciuto Buffon, ma i realtà da bambina ero milanista e mi hanno regalato la maglietta di Shevchenko. Ma ora c’è solo l’Atalanta.

"Gli impegni futuri? Sono in corsa per vincere la Coppa del Mondo e vorrei mettere anche questa ciliegina sulla torta. La coppa riprende il 3-4 marzo, poi ci sarà una tappa in Russia e poi l’ultima il 17 marzo".