Premium Sport

Bentancur: "Juve, sarebbe un sogno: è uno squadrone"

Il centrocampista uruguaiano nel mirino dei bianconeri è diventato un perno del Boca Juniors

  • TTT
  • Condividi

"Se mettono in discussione Messi, figurati se non lo fanno con me". L'intervista rilasciata da Rodrigo Bentancur a Olé parte con una dichiarazione di umiltà: "Sono abituato alle critiche, aiutano un giocatore e gli fanno mantenere i piedi per terra". Certo, se a 19 anni sei un perno del Boca Juniors e ti vuole la Juve, una delle squadre più prestigiose d'Europa, non è facile. E a proposito dei bianconeri, il centrocampista uruguaiano in partenza per il Sub20 che si terrà in Ecuador dal 18 gennaio all'1 febbraio, si è soffermato a lungo sulla prospettiva di un futuro in serie A: "Al di là dell'accordo chiuso all'epoca (l'opzione nell'ambito dell'affare Tevez, n.d.r.) è molto importante che ora si interessino a me. Vedo sempre le gare della Juve, è una squadra incredibile: sarebbe un sogno andare lì, ma ora la mia testa è al Boca".

E' al Boca, del resto, che è cresciuto partita dopo partita fino a far innamorare anche Riquelme di lui: "Vuole sempre la palla, anche quando la perde: è una cosa fuori dal comune. E ha molta classe". Bentancur incassa gli elogi e tira dritto: "E' un orgoglio per me. Ho guadagnato fiducia di gara in gara e dopo l'arrivo di Gago, che ha dato equilibrio alla squadra, mi ha 'liberato' un po' e ora mi sento più a mio agio".