Premium Sport

Boca, è nata una stella! Gonzalo Maroni sulle orme di Dybala

A 18 anni appena compiuti, ha incantato la Bombonera: in gol alla prima da titolare

  • TTT
  • Condividi

Al Boca Juniors è nata una stella. Gonzalo Maroni, talento emergente del calcio argentino, alla sua prima da titolare ha incantato la Bombonera. 18 anni compiuti a marzo, di ruolo trequartista, Guillermo Barros Schelotto lo ha gettato nella mischia dal primo minuto nella gara contro l'Arsenal e Maroni lo ha ripagato in pieno: grande prestazione, numeri d'alta classe e la rete del definitivo 3-0 messa a segno con un destro al volo dal limite a mezz'ora dal termine del match.

Non solo. Con la maglia numero 20 addosso, la prima indossata con gli xeneizes da un certo Juan Roman Riquelme, Maroni si era già messo in mostra a fine primo tempo con una giocata d'alta classe: controllo al volo, sombrero su un primo avversario e tunnel sul secondo, a mandare in visibilio l'esigente pubblico della Bombonera. Il gol, il primo tra i professionisti, ha completato l'opera.

Maroni è di Cordoba, città nel cuore dell'Argentina, ed è soltanto l'ultimo prodotto della Agustina, il settore giovanile dell'Instituto (che lo ha venduto per circa 300.000 euro più il 20% sulla futura rivendita), la stessa squadra che ha formato un certo Paulo Dybala. E proprio l'attaccante della Juve è un esempio per il giovane trequartista, che ha 5 anni in meno, piede preferito diverso, ma la stessa voglia di sfondare nel calcio che conta.

"Il mio idolo è lui", ha dichiarato a 'Radio La Red' Gonzalo, del quale sono anche comparse alcune foto di qualche anno fa che lo ritraggono assieme alla Joya: "Ho detto a mio padre che in caso di gol avrei esultato come Dybala, con la maschera, però alla fine ho desistito. Magari la prossima volta". E se un giorno giocasse assieme al suo idolo? "Morirei...".

Gonzalo Maroni da Cordoba, segnatevi questo nome.