Premium Sport

Boca, Schelotto: "Argentina paese di sottosviluppati"

Il tecnico infuriato per gli sfottò dopo il Superclasico: "C'è un limite a tutto"

  • TTT
  • Condividi

"Si dice sempre che viviamo in un paese sottosviluppato, ma sono le persone che lo abitano a 'fare' un paese. Quello che dovete sapere è che sono quelle persone ad essere sottosviluppate". Guillermo Barros Schelotto nel suo mese "italiano" era di fatto rimasto sempre in silenzio, anche perché non era mai diventato ufficialmente l'allenatore del Palermo. L'attacco che fa all'Argentina, invece, è di quelli destinati a fare rumore.

Il tecnico del Boca Juniors non ha digerito gli sfottò dopo la sconfitta nel Superclasico che ha lasciato sì gli Xeneizes in testa al campionato, ma di fatto ha riaperto la lotta al titolo dando nuove speranze al River Plate: "La passione e tutto quello che si vive in un Boca-River è grande, si capisce, ma c'è un limite per convivere in serenità. Quella roba della foto è una mancanza di rispetto assoluto". Il riferimento di Barros Schelotto va all'impiegata di un ospedale che ha chiesto una foto al tecnico e ha poi fatto il segno del 3 di nascosto, tanti quanti erano i gol rifilati dai Millonarios ai rivali.