Premium Sport

Allegri: "Juve, annulla i blackout: non diventare come le altre"

Il tecnico: "Higuain farà un grande mese, Mandzukic può giocare: noi dobbiamo fare qualcosa in più quest'anno"

  • TTT
  • Condividi

Primo crocevia importante per la Juve che sabato alle 18 sfiderà la Lazio allo Stadium: Allegri a caccia della rivincita dopo la sconfitta in Supercoppa contro i biancocelesti, e del rilancio in campionato dopo il pari con l'Atalanta. Ecco le sue principali dichiarazioni in conferenza stampa.

"Mandzukic sta bene e può giocare, Buffon giocherà, è tornato vibrante dalla Nazionale. Domani rientra Khedira, che potrebbe giocare dal 1', Pjanic sarà a disposizione mercoledì, Marchisio sta lavorando in parte con la squadra e in parte individualmente, per De Sciglio, Höwedes e Pjaca ci vuole un po' di tempo. Dybala ha fatto 15 giorni di vacanza con l'Argentina, Higuain ha migliorato la condizione, è motivato e farà un grande mese"

"Con la Lazio non dovremo concedere ripartenze: chiude bene gli spazi e ti gioca addosso. A parte la partita con la Lazio, bisogna fare un salto importante: annullare quei momenti come dopo il 2-0 a Bergamo, in cui abbiamo smesso di giocare e anche di difendere. Pensiamo troppo alla fase offensiva e invece c'è anche quella difensiva: se te ne dimentichi, vai in balia degli eventi. Così rischi di buttare dei punti. A Bergamo non abbiamo pareggiato per colpa del Var, ma perché ci siamo addormentati. Al Var sono favorevole, poi a volte ci sta che mi spieghi male o che non capiscano".

"Questo è un anno molto più difficile perché Napoli, Roma, Inter, Milan e la stessa Lazio sono ancora più vogliose di battere la Juventus. Bisogna fare qualcosa in più, proprio in quei momenti delle partite, altrimenti diventiamo come le altre e lasciamo punti per strada. Io so che il campionato lo vince chi ha la miglior difesa: è successo 10 volte negli ultimi 11 campionati, con una sola eccezione, mi sembra l'Inter. Ora in testa c'è il Napoli che ha subito 5 gol come noi, ma la Roma ne ha subiti 3 e ha una partita in meno. Vediamo come andrà, ma non credo che vincerà lo scudetto chi non avrà la miglior difesa".