Premium Sport

Inter, De Vrij si presenta: "Ho la coscienza a posto, la Lazio è il passato"

L'olandese in conferenza stampa: "Vi spiego la mia decisione, posso giocare con tutti i moduli"

  • TTT
  • Condividi

Come muratore non ci siamo, come attore si può fare di meglio. Fortunatamente, Stefan de Vrij all’Inter avrà le mansioni che più gli competono, a dispetto di quanto mostrato nell’ironico video di presentazione.

“Non sono un buon attore ma è andata bene – ammette il difensore durante la conferenza stampa di presentazione -. Ho scelto questa squadra per la fiducia che la società mi ha dato, nessuno mi ha voluto fortemente come l’Inter, sono convinto di aver fatto la scelta giusta”.

L’olandese indosserà la maglia numero 6 che fu di Lucio l’anno del Triplete, ma le pressioni non lo spaventano: “Siamo carichi, vogliamo confermarci, ci sono tante ambizioni e vogliamo continuare a crescere”, il commento. L’ultima volta lo avevamo visto in lacrime, in quel Lazio-Inter che ha sancito la qualificazione in Champions per i nerazzurri. Ma de Vrij non ha rimpianti né rancori: “Mi dispiaceva molto per l’ultima partita ma tutti quelli che mi conoscono con cui ho lavorato non hanno avuto dubbi per come sono. Ci siamo salutati e mi hanno fatto l’in bocca al lupo – rivela, scagionandosi per la scelta controversa -. Ho comunicato di non voler rinnovare, ora non ricordo quando precisamente, due tre settimane prima dell’ultima partita”, la ricostruzione del giocatore, che su Twitter ringrazia la Lazio.

Il passato, insomma, è passato: “Non si può tornare indietro, se mi guardo allo specchio ho fatto quello che ho potuto fino all’ultimo minuto – aggiunge l’ex Lazio, che si rende disponibile a più soluzioni tattiche -. Ho giocato con entrambi i moduli sia a 3 che a 4, mi trovo bene comunque, dipenderà dal mister”.