Premium Sport

Lazio, Biglia: "Noi calciatori non lavoriamo davvero"

Il capitano: "Lavoro è svegliarsi presto e non arrivare a fine mese"

  • TTT
  • Condividi

In occasione di una visita a un liceo di Roma, Lucas Biglia ha parlato ai ragazzi esprimendo concetti molto chiari: "Il calcio non lo prendiamo come un lavoro, lavoro vuol dire svegliarsi presto la mattina e magari non arrivare a fine mese. Noi facciamo quello che ci piace e che abbiamo sempre sognato, lavorare è un'altra cosa".

Il centrocampista argentino torna sui derby di Coppa Italia: "Credo siano stati i momenti più belli nella mia esperienza alla Lazio, dopo 4 anni qui vincere la prima stracittadina è stata la cosa più bella". Sulla fascia di capitano: "Vuol dire responsabilità, bisogna sempre essere all'altezza". Infine, Biglia parla del compagno più forte e del rivale più duro mai affrontato: "Messi in Nazionale e il Kakà del 2006, era incredibile".