Premium Sport

Milan, Donnarumma sfotte: "Milik? Volevo togliere la mano"

Un video privato del portiere scatena le reazioni social: "Ce l'avevo con mio zio, niente contro Napoli e i napoletani"

  • TTT
  • Condividi


Il miracolo su Milik al 92' di Milan-Napoli ha mandato in estasi Gigio Donnarumma: subito dopo la sua prodezza, si è lasciato andare ad un'esultanza liberatoria, anche perché l'intervento provvidenziale è arrivato dopo un periodo non brillantissimo. A fine partita ha ricevuto i complimenti di Gattuso e, in diretta su Premium, di Beppe Marotta, a.d. della Juve. E lui stesso ha spiegato il motivo degli immediati festeggiamenti.

Ma il suo personale derby col Napoli non è finito lì: in rete è spuntato un video privato nel quale il portiere parla della sua parata decisiva: "Zio scusami, non l'ho fatto apposta: volevo togliere la mano - spiega in dialetto - Ma non ci sono riuscito...". Poi se la ride con il cognato al suo fianco e piovono un paio di parolacce che è meglio non tradurre. Più elegante spiegare il concetto: diciamo che Donnarumma, in realtà, era tutt'altro che dispiaciuto, ovviamente e giustamente, di aver fatto quella prodezza nel giorno della sua centesima presenza in Serie A, record per un 19enne.


Sui social, proprio in virtù di quelle parolacce, si era scatenata la rabbia dei napoletani che ha costretto Donnarumma a chiarire la vicenda sul suo profilo Facebook: "Mi dispiace che abbiate frainteso questo mio video che era molto personale e non so come sia uscito. Io lavoro per il Milan e faccio bene per il mio club. Il messaggio era solo uno sfottò per mio zio, come usiamo fare sempre prima e dopo le partite. Non ho niente contro Napoli e i napoletani, anzi simpatizzo per il Napoli e ci torno volentieri perché è la mia città".