Premium Sport

Milan, il comune propone Porto di Mare per lo stadio

I rossoneri devono ancora capire se rimanere a San Siro o cambiare. Il Sindaco di Sesto San Giovanni 'chiama' Fassone: "Costruiamolo nelle aree Falck"

  • TTT
  • Condividi

Il Milan deve ancora decidere se rimanere a San Siro con l'Inter o costruire un nuovo stadio, prima di Natale è previsto un incontro con il Comune di Milano alla presenza del sindaco Sala. Tramontata l'ipotesi Portello, si parla di una nuova area, quella di Porto di Mare-Rogoredo: di questo si è parlato nell'incontro di ieri tra tra l’assessore comunale all’Urbanistica, Pierfrancesco Maran, e una delegazione dei rossoneri capitanata da Alessandro Sorbone, chief operations officer della società.

Secondo il comune milanese, l'area nella periferia sud-est è la più adatta per un nuovo impianto visto che è servita da strade, autostrade, ferrovia e mtropolitana mentre vorrebbe escludere l'area nord della città. Il Milan ragiona anche perché fino al 2030 è legata con Comune e Inter nella gestione di San Siro attraverso l'apposito consorzio e andrebbe capito come affrontare un'eventuale cogestione futura dell'attuale stadio con i cugini nerazzurri.

IL SINDACO DI SESTO SAN GIOVANNI: "LA SCELTA RICADA SULLE AREE FALCK"

Sesto San Giovanni si 'candida' a ospitare lo stadio del Milan. Queste le parole del primo cittadino Roberto Di Stefano. "Leggo con interesse la possibilità che il Milan torni a valutare con favore l'idea di dotarsi di uno stadio di proprietà. Da Sindaco propongo alla società Milan di considerare che la scelta possa ricadere su Sesto San Giovanni e sulle aree Falck. Già sotto la gestione Berlusconi c'era stato un interessamento alla possibilità sestese, ora con il cambio di proprietà ci auguriamo che accada lo stesso e il mio invito possa essere accolto dai nuovi proprietari e dall'amministratore delegato Fassone. Credo sia utile che si incominci a pensare in maniera reale nell'ottica di area metropolitana, senza fermarsi ai confini amministrativi e quindi, come ho già proposto quando ero consigliere due anni fa, credo che Sesto San Giovanni possa essere un luogo adatto per il nuovo stadio del Milan. L'area indicata ha tutte le potenzialità per essere una scelta ottimale, dalla facilità con cui si potrebbe concludere l'accordo trattandosi di una trattativa fra privati, dei minimi problemi di convivenza con i cittadini, trattandosi di un'area relativamente isolata, già servita da una vasta viabilità e in futuro dalla futura fermata della metropolitana, di un tessuto urbano che sta per rinascere grazie a un'importante riqualificazione che avrà un notevole impatto positivo sul territorio. Sono quindi disponibile a valutare con i responsabili della società Milan questa possibilità”.