Premium Sport

Milan, Musacchio: "Inter? Si preoccupino loro, non facciamo respirare Icardi"

L'argentino e Romagnoli "spiegano" il derby: "Dobbiamo vincere e convincere"

  • TTT
  • Condividi

Saranno ai lati di Bonucci per provare a coprire le spalle a Donnarumma. Mateo Musacchio e Alessio Romagnoli sono gli altri due cardini della difesa a 3 del Milan, impegnato domenica sera nel derby contro l'Inter: i due centrali, spesso sotto accusa insieme al capitano in quest'avvio di stagione, hanno spiegato come stanno preparando la possibile partita della svolta per i rossoneri.

"L'Inter ha una grande squadra con grandi giocatori in tutte le posizioni - spiega Musacchio - Noi dobbiamo stare attenti e concentrati, sono loro che devono preoccuparsi di noi. Non vedo l'ora che arrivi domenica e di poter gioire a fine partita. Icardi? Non bisogna lasciarlo respirare, ma non solo lui. Con Bonucci mi trovo molto bene. Grande giocatore e grande persona. È un orgoglio condividere allenamenti e partite al suo fianco. In Italia poi il lavoro difensivo è doppio rispetto a quello che facevo in Spagna. Diamo molta più importanza alla tattica qui, ma è normale perché sono campionati diversi".

"L'Inter è una squadra quadrata, magari non ha espresso un calcio bellissimo, ma ha vinto, che è quello che conta - è l'opinione di Romagnoli -. Sanno muoversi bene, hanno un buona gestione di palla. Icardi penso che sia uno degli attaccanti più forti del nostro campionato, Perisic ha lo spunto in fascia, Joao Mario si muove bene tra le linee. Bonucci? Mi ha insegnato molto come giocare a tre. Mi dice di andare avanti, perché lui si stacca e va in copertura. È un grandissimo campione e si può solo imparare da lui. Cosa significa giocare da Milan? Vincere e convincere".