Premium Sport

Milan, pronto il rifinanziamento del debito con Elliott

CorSera: l'advisor Bgb Weston ha già identificato la nuova banca

  • TTT
  • Condividi

Le due questioni più urgenti sul tavolo di Marco Fassone sono l'approvazione del voluntary agreement da parte dell'Uefa e il rifinanziamento del debito con Elliott. Per quanto riguarda il primo aspetto, nei giorni scorsi l'incontro con l'organismo europeo che regola il calcio ha lasciato moderato ottimismo in casa Milan e se ne riparlerà entro Natale.

Il Corriere della Sera, invece, riporta novità sulla questione dei 303 milioni di euro prestati dal fondo americano al club: questa somma andrà restituita con gli interessi entro ottobre 2018 ma in casa rossonera sono pronti a una svolta per stare più tranquilli in ottica futura.

La società, infatti, ha dato mandato all'advisor Bgb Weston di trovare un nuovo istituto per rifinanziare il debito con Elliott, la scelta sarebbe già stata fatta e garantirebbe al Milan di ottenere un prestito più corposo e da ripagare in un periodo più lungo (cinque anni).

"Da 2-3 mesi - ha dichiarato Lorenzo Gallucci, a capo del team di Bgb - abbiamo studiato delle soluzioni alternative a quelle già presentate al Milan in estate, che calzassero meglio con le esigenze del club. Sono fiducioso che si possa arrivare a qualcosa di definitivo anche prima delle otto settimane. Crediamo molto nell’attuale management e riteniamo che con il nostro aiuto il club potrà svilupparsi in particolare in Asia".