Premium Sport

Napoli, Mertens: "Mi fa piacere il paragone con Maradona, lui però è una leggenda"

Mertens: "Il mio livello è un altro. Juventus? Ci sono anche altre squadre da battere"

  • TTT
  • Condividi

"Si possono fare paragoni con le reti, non con i giocatori. A me fa piacere il confronto con Maradona, ma ho tanto rispetto: lui è una leggenda e ha fatto la storia del pallone, il mio livello è un altro. Io sono Dries: voglio restare con i piedi per terra ed aiutare la squadra". In un'intervista al Guerin Sportivo Mertens predica umiltà e 'respinge' il raffronto con l'ex fuoriclasse argentino.

Nella testa della punta belga non c'è alcuno spirito di emulazione e alcun timore nei confronti delle avversarie per lo scudetto, in particolare la Juve: "Sono concentrato solo sul Napoli, dobbiamo pensare a noi stessi e dare tutto senza guardare gli altri. Comunque la Juve non è l’unica squadra da battere, c'è anche la Roma che ha Nainggolan, belga come me e giocatore in grado di fare sempre la differenza". 

Dopo l'infortunio di Milik il peso dell'attacco è ancora tutto sul numero 14: "Arek ha avuto una sfortuna incredibile. Siamo tutti con lui. Quando facevo l’esterno ricevevo consensi solo per un assist: adesso devo segnare, altrimenti ci sono le critiche".