Premium Sport

Napoli, Sarri: "Andrei al palazzo a prendere il potere"

Il tecnico a Premium: "Padroni del destino? Difficile dirlo, proveremo a battere altri record"

  • TTT
  • Condividi

Maurizio Sarri sorride. Il Napoli riapre la lotta scudetto portandosi a -2 dalla Juve e il tecnico fa i complimenti alla propria squadra. Ecco le sue dichiarazioni a Premium Sport.

"Siamo nettamente sopra dove pensavamo di essere. Padroni del nostro destino? È difficile dirlo: se fosse per me, andremmo fino al palazzo a prendere il potere. Ma non è così semplice, abbiamo l'onore di lottare con una squadra che ha sempre vinto il campionato negli ultimi anni, questo gruppo ha già fatto la storia di questo club, proveremo a battere altri record. Giocare dopo la Juve? Se questa volta è stato un vantaggio, per novanta volte è stato uno svantaggio, perché loro vincono il 90% delle partite".

"Miglioramenti? La nostra prestazione a San Siro è stata nettamente sottovalutata. Il Genoa è una delle squadre che in Europa ha subito meno gol in trasferta: era palese che sarebbe stata una partita difficile. Abbiamo trovato una squadra chiusa che difende benissimo, bisognava solo giocare in velocità, l'abbiamo fatto bene negli ultimi 15 minuti del primo tempo e a sprazzi nella ripresa. La palla ferma era una soluzione, anche se loro sono una squadra molto fisica e non era facile"

"In altri anni in questo periodo della stagione la Juve aveva già vinto, nel finale di stagione le partite saranno come quelle di stasera. Questa era una partita in cui occorreva pazienza, perché se sbagli riparte in modo pericoloso. La sosta? Io non sentirò la mancanza delle interviste. Hamsik ha avuto un problema al flessore, per lui la sosta capita nel momento giusto. Per i giocatori delle nazionali è ancora più stancante".