Premium Sport

Premier: rimonta Chelsea, tris Liverpool, City a un passo dal titolo

I Blues ribaltano il Southampton, i Reds travolgono il Bournemouth e se lo United non vince...

  • TTT
  • Condividi

Dovesse servire a raggiungere l'obiettivo, questa partita potrebbe restare in qualche modo nella storia del Chelsea. Di sicuro dice qualcosa in più su Antonio Conte e le sue squadre, perché non è da tutti essere sotto 2-0 in trasferta e segnare tre gol in otto minuti quando in campionato sei quinto a dieci punti dalla zona Champions. I Blues lo fanno e il ribaltone di Southampton li tiene in qualche modo aggrappati a un sogno, che al momento sembra quasi impossibile da realizzare, tanto più dopo il 3-0 del Liverpool al Bournemouth.

Poco da dire: non è il Chelsea dell'anno scorso e lo si vede anche stavolta, soprattutto in termini di tenuta difensiva. Zappacosta si lascia scappare Bertrand nel primo tempo dandogli il modo di servire a Tadic il pallone dell'1-0; il buco di Cahill regala a Bednarek la rete del 2-0 al 60'. A quel punto sale in cattedra l'artiglieria pesante a disposizione di Conte: Giroud accorcia le distanze con un colpo d testa su cross di Marcos Alonso, Hazard pareggia dopo una grande azione di Willian, ancora Giroud indovina il sinistro vincente.Tutto dal 70' al 78': una rimonta da sballo che inguaia sempre di più Gabbiadini (entrato nel finale) e il suo Southampton, sempre terzultimi, in piena zona retrocessione.

In serata per Conte arrivano brutte notizie, perché il Liverpool non si da distrarre dalle imprese di Champions e fa il proprio dovere contro il Bournemouth. A sbloccare il risultato ci pensa Mané dopo appena 7 minuti risolvendo una mischia in area, poi nella ripresa arriva il capolavoro dell'immenso Mohamed Salah, che segna con un pallonetto di testa guardando il portiere fuori dai pali e arriva a quota 30 reti in Premier League. Nel finale chiude i conti Firmino col definitivo 3-0: la Roma, prossima avversaria in Europa, è avvisata.

Se da Liverpool arrivano cattive notizie, da Londra invece il Manchester City di Guardiola serve un assist a Conte battendo 3-1 il Tottenham a Wembley e facendo il passo forse decisivo verso il titolo: se domenica lo United non vince, infatti, i Citizens potranno festeggiare. Partita subito in discesa per i quasi campioni, che passano in vantaggio e di fatto chiudono il match tra il 22' e il 25' con la rete di Gabriel Jesus e il rigore di Gundogan. Nel finale di primo tempo Eriksen prova a riaprire la partita, ma nella ripresa Sterling cala il tris e manda i titoli di coda.