Premium Sport

Serie A, Lazio-Verona 2-0: ci pensa sempre Immobile

Doppietta del capocannoniere (22 gol in 22 partite), Inzaghi torna al quarto posto

  • TTT
  • Condividi

La Lazio ritrova Immobile e con lui anche i tre punti. La squadra di Simone Inzaghi batte 2-0 il Verona all'Olimpico grazie a una doppietta nella ripresa del capocannoniere del campionato (22 reti in altrettante partite) e sorpassa l'Inter al quarto posto in classifica con un punto di ritardo dalla Roma. Vittoria meritata per i biancocelesti, che hanno dominato il primo tempo (traversa alla mezz'ora di Luis Alberto) e non hanno rischiato quasi mai nulla, dimostrando che il periodo di calo è ormai alle spalle. 

Lazio-Verona 2-0 (cronaca e tabellino)

In cerca di riscatto dopo tre ko consecutivi Inzaghi schiera Parolo in cabina di regia al posto dello squalificato Lucas Leiva, Wallace nei tre dietro col separato in casa De Vrij e Radu (alla partita numero 301 in biancoceleste) e Marusic sulla destra al posto di Basta: in avanti Luis Alberto alle spalle di Immobile. Mister Pecchia risponde abbandonando il classico 4-4-2 per un 4-4-1-1 molto coperto che in fase di possesso si trasforma in un 4-3-3 col tridente formato da Matos, Verde e Kean (che tra qualche giorno diventerà maggiorenne).

Il primo squillo della gara è di Matos, ma la Lazio prende subito in mano la partita. Luis Alberto suona la sveglia con un tiro da fuori, poi Immobile ha la grande occasione a tu per tu con Nicolas, che gli dice di no (7'). Passano due minuti e il capocannoniere del campionato ha di nuovo la chance per il vantaggio ma calcia fuori, poi Wallace impegna Nicolas di testa. La Lazio domina e continua a creare occasioni (clamorosa quella di Marusic al 22'), si gioca praticamente solo nei 25 metri dell'area del Verona, che prova a colpire con le ripartenze ma è spesso troppo impreciso. Pecchia corregge l'assetto difensivo e per qualche minuto i suoi respirano, al 32' traversa clamorosa di Luis Alberto, poi ci provano anche Wallace e Milinkovic, ma il fortino gialloblu regge fino all'intervallo.

La ripresa inizia senza cambi e con un Verona messo meglio in campo rispetto ai primi minuti del primo tempo, ma a fare la partita è sempre la Lazio, che dopo 10 minuti di difficoltà sblocca finalmente il match: Luis Alberto va in verticale da Immobile, che stoppa e fulmina Nicolas sul primo palo tornando finalmente al gol dopo il poker di Ferrara. Un minuto dopo Luis Alberto ha la chance per chiuderla ma la spreca (56') e allora ci pensa ancora Immobile, che di testa segna il 2-0 e fa esplodere l'Olimpico (sono 22 gol in altrettante giornate per il capocannoniere del campionato). Sotto di due reti il Verona prova qualche sortita offensiva per riaprire la gara, ma la Lazio gestisce senza patemi e anzi sfiora in quelche occasione anche il tris. Alla fine è vittoria netta e meritata, la Lazio torna in zona Champions e l'Olimpico torna ad applaudire i suoi beniamini, Ciro Immobile su tutti.