Premium Sport

Argentina, Messi sponsor di Higuain: "In Russia deve esserci"

La Pulce: "Il Pipa soffre le critiche ma è uno dei migliori attaccanti al mondo"

  • TTT
  • Condividi

Lionel Messi vota Gonzalo Higuain. Il ct Sampaoli ha escluso l'attaccante della Juve dalle ultime convocazioni dell'Albiceleste, ma la Pulce lo vuole con sé in Russia: "Il Pipa soffre molto le critiche, ne abbiamo parlato tantissime volte - racconta Messi ai microfoni di Tyc Sports - Questo periodo senza Nazionale gli ha fatto bene, gli ha fatto vedere le cose in modo diverso. Ai Mondiali però deve esserci, perchè è fondamentale, è uno dei migliori attaccanti al mondo e lo dimostra sempre".

Con Higuain al suo fianco Messi pensa che le chance di vittoria dell'Argentina potrebbero aumentare perché ad oggi "Ci sono squadre migliori di noi come Brasile, Germania, Francia e Spagna - confessa la stella del Barcellona - Ma abbiamo tempo per crescere. Con Sampaoli abbiamo fatto partite buone anche se condizionate dalla pressione, dalla necessità di vincere. E non è facile giocare in queste condizioni, con molti ragazzi nuovi che non sono abituati a vivere questi momenti. Se vogliamo aspirare a vincere il Mondiale, dobbiamo migliorare, ad oggi è un obiettivo non alla portata".

Ma parlando di vittoria finale Messi non può fare a meno di pensare alle ultime delusioni con la maglia della nazionale. "Se ripenso a quelle finali (due di Coppa America e quella di Brasile 2014, ndr) credo che avremmo meritato di vincerne almeno due. In Russia sarà l'ultima chance per questa generazione, anche la gente ci crede al di là di come sono andate le qualificazioni".

A dimostrazione degli anni che passano, Messi in questo periodo si sta gestendo molto di più rispetto al passato, con Valverde che ogni tanto lo lascia in panchina al Barcellona. "Mi sono reso conto che una stagione è lunga, che ci sono momenti più duri di altri e oggi il corpo ne risente se giochi molte partite".

Infine la Pulce, che ha appena rinnovato a cifre folli col Barcellona, parla anche della possibilità di tornare in Argentina per chiudere la carriera ai Newell's Old Boys: "Non so cosa succederà visto anche il momento del Paese. Ho una famiglia e prima vengono i miei figli, voglio che crescano tranquilli, godendosi la vita in sicurezza".